Authority

Si presti attenzione a come si traduce il termine authority, perché nell’ambito del Legal English il suo significato non è sempre immediatamente chiaro.

In una prima accezione authority può essere inteso come sinonimo di (judicial) precedent, indicando quindi l’autorità di una decisione che, nella tradizione giuridica di common law, è fonte del diritto, in quanto produttiva di norme giuridiche: in questo caso il traducente migliore sarà “precedente (giudiziario)”. Più raramente il termine authority può indicare un’“opera di dottrina” redatta prima della pubblicazione sistematica delle sentenze (si parla in tal caso di books of authority): tali testi costituiscono testimonianza dello stato del diritto al tempo in cui furono pubblicati e sopperiscono all’eventuale assenza di (judicial) precedents in relazione ad una specifica fattispecie giuridica.

In effetti, in relazione al termine authority è stato precisato che si tratta di una “[d]enominazione generica che viene data alle norme di legge, alle decisioni giudiziali ed alle opinioni dottrinali, specialmente quando con esse si forniscono regole o principi guida per la soluzione di rilevanti questioni di diritto. Alcune authorities come, ad esempio, le norme di legge ed alcuni tipi di sentenze hanno la caratteristica di essere vincolanti, mentre altre hanno semplice forza persuasiva” (VILLA, Dizionario esplicativo di inglese giuridico, Giuffrè, 2015, p. 336).

In contesti diversi il termine authority assume altri significati, quali “autorità”, “istituzione” o “ente”, come ad esempio nel caso di local authorities (enti locali) oppure “potere”, quando è sinonimo di power, come avviene ad esempio nel rapporto di agency (rappresentanza).

© 2020 L&D traduzioni giuridiche. All rights reserved.